la libertà parte dal cibo

Archivio Tags

semina

Immagina! Ultimi giorni

II° ATTO – 26 MAGGIO 2016 Dopo una bellissima giornata di sole che ha baciato la nostra semina al Parco Rurale Comprensoriale Civiltà dellle Rogge a tutti ricordiamo che è ormai in scadenza la seconda fase: IMMAGINA! C’è ancora qualche giorno per presentare il vostro disegno, l’immagine che secondo voi dovrà essere rappresentata per tracciare il LABIRINTO VEGETALE È facile e divertente! ISTRUZIONI PER L’USO Immagina e proponi il disegno di un percorso che interpreti il tema: TERRACQUA (inventa un simbolo, un logo sul tema…) L’area a disposizione per il disegno del labirinto viene fornita nell’ALLEGATO MAPPA TERRACHIAMA A3 scala 1:500 e 1:1000TerraChiAma labirinto 2016 A3 vert 1-500 TerraChiAma labirinto 2016 A3 orizz 1-1000 Il percorso deve iniziare dal punto ENTRATA Inserisci nel percorso le varie piazzole più o meno grandi nella quantità indicata: 12 stanze piccole (di circa 5×5), 4 stanze medie (m. 8×8) 2 stanze grandi (m.10×10) 1 spazio-eventi più ampio (m. 15×15). Puoi dare alle stanze qualsiasi forma. Scarica la piantina 1/500 e utilizzala come base per il tuo disegno Per qualsiasi dubbio o informazione chiama 338 1917845 o invia una mail a eventi@terrachiama.it     Invia il tuo progetto di labirinto a eventi@terrachiama.it  entro le ore 13.00 del 26 maggio 2016 TUTTI i disegni verranno esposti in occasione del III° ATTO – GODI!, il 17 luglio 2016 Il progetto…

Continua la lettura..

Labirinto Vegetale 2016 – Terracqua! – I tre atti!

  Vista aerea labirinto 2015 Il LABIRINTO VEGETALE è un’opera in 3 atti: SEMINA!, IMMAGINA!, GODI! Rieccoci! Parte la terza edizione del LABIRINTO VEGETALE percorso articolato in un periodo di circa tre mesi che vedrà coinvolte associazioni, scuole e privati cittadini. Il coinvolgimento della scuola a tutti i livelli è  particolarmente corposo quest’anno. Il primo istituto coinvolto è stato il Fanoli, Istituto d’Arte di Cittadella al quale abbiamo illustrato il nostro progetto e abbiamo proposto l’ideazione di un logo che raffiguri il tema dell’anno (l’acqua, terracqua!) e di alcuni disegni progetto  che se scelti costituiranno la tracciatura del LABIRINTO 2016. Ottima risposta degli studenti e ora avremo il nostro bel da fare a scegliere fra tanti bellissimi disegni! Nell’ambito della scuola della terra, prima esperienza didattica di TERRACHIAMA, abbiamo interagito con i piu’ piccini e siamo andati a illustrare loro cos’è il suolo, la coltivazione, le piante, la vita! Ora saranno tutti con noi nella pre-semina speciale dedicata a loro: un centinaio di bimbi tra i 4 e gli 11 anni provenienti dalla media Bellavitis di Bassano, le scuole per l’infanzia e le primarie di Rondò Brenta, Campese e Sant’Eusebio. Con i piccoli agricoltori appuntamento nella mattinata di mercoledì 11 maggio.  Anche con la scuola per geometri Einaudi ci sarà un’importante collaborazione: sarà una classe terza a fare la tracciatura…

Continua la lettura..

Cosa c’è nei sentieri di TerraChiAma?

E’ un disegno! E’un seme che germoglia! E’ un percorso, un tracciato! E’ il LABIRINTO! E per la seconda volta la foresta di sudangrass vagabonda amica delle terre che la ospitano è stata percorsa da tante tante persone brulicanti tra le anse del sentiero e le radure piene di vita, musica, arte, spettacolo, meditazione e amore per la terra. Ancora una volta TERRACHIAMA ha portato a compimento l’installazione artistica espressione di quel “facciamo pace con la terra” che a chiunque si avvicina a noi proponiamo con serenità e motivazione. E’ stato il giorno in cui abbiamo chiesto alle istituzioni conto del loro Patrocinio alla manifestazione chiedendo di dimostrare il loro impegno a tutela del suolo, del verde, della salute pubblica. Abbiamo presentato loro il documento che qui riportiamo: “La Carta della Terra è il prodotto di un dialogo decennale, mondiale, interculturale su obiettivi e valori comuni. Il progetto della Carta della Terra iniziò nell’ambito delle Nazioni Unite, ma venne portato avanti e completato da un’iniziativa della società civile. La Carta della Terra venne finalizzata e quindi lanciata come “Carta” nel 2000 dalla Commissione della Carta della Terra, un organismo internazionale indipendente. L’iniziativa rappresenta un grande sforzo volontario della società civile. I partecipanti includono istituzioni internazionali, governi nazionali e loro agenzie, università, organizzazioni non governative e comunità, governi locali, gruppi religiosi,…

Continua la lettura..

SEMINA! Domenica 7 giugno 2015 ore 9.30 – Rosà (VI) – Via Borgo Lunardon

La Terra ci chiama. Se siamo disposti a riavvicinarla possiamo sperimentare la sua GENEROSITA’, nonostante tutti i mali che le riversiamo addosso. Abbiamo urgente bisogno di seminare un futuro di FIDUCIA. Quale altro può essere il nostro punto di partenza e di riferimento se non la Terra che riceve un seme e ne restituisce mille? Qualcuno conosce governanti, scienziati, economisti o multinazionali in grado di mantenere simili promesse? Di calcoli e di statistiche ne abbiamo fin sopra i capelli; ne abbiamo abbastanza di manipolazioni genetiche, di vivisezioni dei nostri corpi e nelle nostre anime; di brevetti sugli esseri viventi, circondati da un delirio di onnipotenza! C’è bisogno di UMILTA’. Umile è colui che si china fino all’humus, al suolo appunto. Che lo sappiamo o no è da questo che dipendiamo, tutti. I comfort della società dei consumi ci hanno fatto dimenticare le basi dell’esistenza: la vita sulla Terra dipende da circa venticinque centimetri di strato fertile di suolo in grado di sostenere la vita vegetale, che sostiene quella animale e umana. Abbiamo cercato e ricevuto in prestito due ettari di terreno con il desiderio di seminare. Questo campo attende chiunque desideri contribuire a realizzare una grande opera d’arte per raccontare di una terra e di una umanità che stanno cambiando; per riconsegnare alla comunità un lembo di terra vivente dove…

Continua la lettura..

Torna SU