la libertà parte dal cibo

Archivio Tags

economia

Terrachiama va a scuola

  Sabato 28 novembre 2015 il comitato TerraChiAma è stato invitato a tenere una lezione nell’ambito dei laboratori di autogestione del Liceo Scientifico Statale Jacopo Da Ponte di Bassano del Grappa. Il tema propostoci era : Economia. Sotto la guida di Claudio Bizzotto e Giampaolo Bordignon la lezione è stata ripetuta in due diverse sessioni ed è stata impostata in linea con la necessità di aprire l’interesse verso il tema fondamentale del convegno che si svolgerà la prossima settimana. Titolo della lezione: “Il suolo tra Economia ed ecologia”. Si ringraziano gli organizzatori, gli studenti che hanno assistito alla lezione e l’istituto per aver permesso questo diverso approccio all’apprendimento. Allo scopo di consentire a tutti gli studenti di poter accedere ai contruibuti video utilizzati durante la lezione, siamo lieti di pubblicare i link per accedere ai video disponibili in rete. A tutti una buona visione! Le presentazioni di TerraChiama: Il labirinto vegetale 2014 Il labirinto vegetale 2014 slides I contributi sul suolo: Let’s Talk About Soil – Italiano LET’S TALK ABOUT SOIL was produced by designer and animator Uli Henrik Streckenbach for the First Global Soil Week 2012 and the Global Soil Partnership with the support of the Institute for Advanced Sustainability Studies (IASS) — Global Soil Forum, the German Federal Ministry for Economic Cooperation and Development, the Deutsche Gesellschaft für…

Continua la lettura..

MONDO GLOBALE e

L’Economia della Felicità descrive un mondo che si muove simultaneamente in due direzioni opposte. Da un lato, una diabolica alleanza di governi e grandi imprese continua a promuovere la globalizzazione e il consolidamento del potere corporativo. Allo stesso tempo, la gente di tutto il mondo si sta opponendo a queste politiche, chiedendo una nuova regolamentazione del commercio e della finanza, e, lontano dalle vecchie istituzioni del potere, stanno cominciando a forgiare un futuro molto diverso. Comunità si stanno unendo per ricostruire a misura d’uomo economie ecologiche basate su un nuovo paradigma – un’economia di localizzazione. Ascoltiamo un coro di voci provenienti da sei continenti, tra cui Vandana Shiva, Bill McKibben, David Korten, Samdhong Rinpoche, Helena Norberg-Hodge, Michael Shuman, Zac Goldsmith e keibo Oiwa. Ci dicono che il cambiamento climatico e il picco del petrolio ci danno ben poca scelta: abbiamo bisogno di localizzare, ovvero di portare a casa l’economia. La buona notizia è che, nel momento in cui ci muoveremo in questa direzione, inizieremo non solo a guarire la terra, ma anche a ripristinare il nostro senso di benessere. L’Economia della Felicità ci sfida a ripristinare la nostra fede nell’umanità, ci sfida a credere che sia possibile costruire un mondo migliore.   Voi che siete una nuova generazione guardate ai fatti, leggete, informatevi! non prendete per garantito niente, non credete…

Continua la lettura..

Torna SU