TERRACHIAMA: UN’OPERA IN TRE ATTI

domenica 18 maggio 2014 ATTO PRIMO: SEMINARE   Per prima cosa conosci il cibo. Dal cibo tutti gli esseri sono nati, col cibo essi vivono, verso il cibo essi muovono Al cibo tutti ritornano.  (Upanishad)                    La legge del seme Il seme è il primo anello della catena alimentare. E’ l’essenza della continuità e della rinnovabilità della vita, della diversità biologica e culturale degli esseri viventi. Per noi esseri umani, inoltre, contiene in sè la cultura e la storia. E’ il simbolo perfetto della sicurezza alimentare.   Il futuro delle sementi è il futuro della terra e dell’umanità. Le sementi sono alla base della nostra alimentazione e quindi della nostra esistenza; sono probabilmente il più antico e prezioso patrimonio dell’umanità, che è stato sviluppato nel corso degli ultimi 12.000 anni da generazioni di coltivatori in tutto il mondo. Nella situazione e nel destino delle sementi sta avvenendo una trasformazione silenziosa. L’agricoltura e le monoculture industriali, la privatizzazione della ricerca, delle conoscenze e dello sviluppo in agricoltura, e l’introduzione di piante geneticamente modificate stanno sollevando quesìti profondi sulla conservazione, la distribuzione equa e lo sviluppo delle sementi, e sulla possibilità di contaminazioni irreversibili. Il controllo sulle riserve e le caratteristiche delle sementi in mano ad un gruppo ristretto di imprese private crea una concentrazione di potere senza precedenti con tutte…

Continua la lettura..

THE DAY AFTER

cioè.. boh.. non so.. spettacolo la giornata/serata di ieri grazie veramente a tutti.                                             A chi ha teso una mano di aiuto senza nulla in cambio, a chi si è fatto il mazzo per far quadrare tutto, a chi senza battere ciglio è corso a prendere gli ultimi ingredienti, a chi, una volta perso il mio bicchio di vino, me ne ha portato un altro, a chi ha messo le mani in pasta anche se non era pasta che conosceva ma se l’è cavata egregiamente, a chi dalla mattina alla sera tarda non si è mai seduta (questa è solo una persona: Antonella “macchina da guerra”, non ho alcun ricordo di lei seduta), a chi tra lavoro e volontariato è riuscito comunque a venire ad aiutare,    a chi ci ha permesso di cucinare con ingredienti nostri, buoni e pure belli, grazie ancora a chi è venuto a cenare e grazie a chi è contro a “oh senti ste zucchine che buone anche se è dicembre!” … (ma siamo a metà marzo!!!… OK, anche il vino era buono!)                                               Non so se vi piace ma ve la dedico…

Continua la lettura..

SEMI LIBERI

Cari amanti della diversità della vita e amanti della libertà, è tempo di organizzarci e di concentrare le nostre energie per liberare i nostri semi e il nostro cibo dalle leggi che poche multinazionali stanno scrivendo per derubarci delle nostre democrazie della nostra salute e delle nostre fonti di reddito, delle nostre culture e delle nostre vite. Dobbiamo liberarci da quel senso di impotenza, a cui le multinazionali vogliono costringerci per farci credere che è nelle loro mani che risiede il potere, mentre noi non abbiamo il potere per cambiare. Ma non è così: questo potere noi ce l’abbiamo. Dobbiamo solo unire le nostre energie collettive. Dobbiamo diventare il cambiamento che vogliamo vedere. Io vi invito a scatenare tutte le vostre energie creative. 100 anni fa Gandhi ci rammentava: “Fintanto che durerà la superstizione che si debba obbedire a leggi ingiuste, allo stesso modo anche la schiavitù esisterà”. Noi abbiamo un sogno, e il nostro sogno è che ogni seme, ogni ape, ogni farfalla, ogni lombrico, ogni persona, ogni bambino sia libero dalla manipolazione e dal controllo, dalla fame e dalle malattie; che ogni essere vivente possa evolvere e co-evolvere in libertà, benessere e salute. Per amore delle Leggi della Terra, del rinnovamento della vita in piena libertà e delle leggi della giustizia, è nostro dovere ecologico ed etico disobbedire…

Continua la lettura..

1 18 19 20 21
Torna SU