Rinnovo dell’approvazione della sostanza attiva glifosato 13 aprile 2016

Risoluzione del Parlamento europeo del 13 aprile 2016 sul progetto di regolamento di esecuzione della Commissione che rinnova l’approvazione della sostanza attiva glifosato a norma del regolamento (CE) n. 1107/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo all’immissione sul mercato dei prodotti fitosanitari e che modifica l’allegato del regolamento di esecuzione (UE) n. 540/2011 (D044281/01 – 2016/2624(RSP))rounddd

Ci sono importanti novità in ambito della regolamentazione sull’utilizzo del glifosate, considerando che il potere di contrattazione della Monsanto (Round Up) è enorme e che alcuni risultati si raggiungono per gradi. In ogni caso relativamente ai nostri obbiettivi e alle nostre richieste fatte in occasione del labirinto vegetale alle amministrazioni comunali e cioè di prestare attenzione all’utilizzo di prodotti nocivi alla salute nelle aree pubbliche o comunque in zone sensibili di grande passaggio e più in generale di modificare i comportamenti a favore della tutela dell’ambiente, le decisioni della recentissima seduta plenaria del Parlamento europeo sono chiare e aprono la strada a nuove legislazioni. Qui sotto potete trovare il testo integrale della risoluzione, interessante da leggere, un po lunga per i pigri, ma siccome vogliamo che più persone conoscano le novità, sostanzialmente i punti conclusivi e salienti sono:

  1. invita la Commissione a rinnovare l’approvazione del glifosato per sette anni; ricorda che, ai sensi del regolamento (CE) n. 1107/2009, la Commissione può revocare l’approvazione di una sostanza attiva durante il periodo di autorizzazione sulla base di nuove prove scientifiche che dimostrino che tale sostanza non soddisfa più i criteri di approvazione; invita la Commissione e gli Stati membri ad accelerare i lavori sull’elenco di coformulanti che non possono essere inclusi nei prodotti fitosanitari; si compiace del divieto di utilizzo dell’ammina da sego polietossilata nei prodotti fitosanitari contenenti glifosato;

4.       invita la Commissione a non approvare, in particolare, qualsiasi uso non professionale del glifosato;

  1. invita la Commissione a non approvare, in particolare, qualsiasi uso del glifosato in parchi, giardini e parchi giochi pubblici o nelle loro vicinanze;

6.         invita la Commissione a non approvare, in particolare, qualsiasi uso agricolo del glifosato laddove siano sufficienti sistemi di difesa integrata per il necessario controllo delle erbe infestanti;

  1. invita la Commissione a provvedere in breve tempo a una revisione indipendente della tossicità complessiva e della classificazione del glifosato alla luce di tutte le prove scientifiche disponibili, comprese quelle relative al potenziale cancerogeno della sostanza stessa, nonché delle eventuali proprietà di interferenza endocrina sulla base degli auspicati criteri scientifici orizzontali per i disgregatori endocrini;9. invita la Commissione e l’EFSA (European Food Safety Authority) a divulgare immediatamente tutte le prove scientifiche che hanno costituito il fondamento della classificazione positiva del glifosato e della proposta di rinnovo dell’autorizzazione, alla luce dell’interesse pubblico prevalente alla divulgazione; invita inoltre la Commissione a compiere tutti gli sforzi necessari per agevolare la completa divulgazione dei dati scientifici utilizzati nel contesto del processo di valutazione dell’UE

P8 Glifosato

Sostanzialmente il Parlamento non approva e sconsiglia l’utilizzo del Glifosato ma non può vietarne l’uso perchè non è in possesso dello strumento legislativo che ne consenta una risoluzione di divieto. Quindi ora più che mai la parola resta al buon senso delle amministrazioni locali.

Ciò al fine di fare chiarezza

Ultime notizie da Agricoltura

Torna SU