Archivio Categoria

OGM - pagina 2

Dalla Rivoluzione verde agli Ogm: molte promesse e altrettanti problemi

di Maurizio Pallante e Andrea Bertaglio | 19 marzo 2013 Fonte: Il Fatto Quotidiano Una volta si parlava di fertilizzanti chimici, oggi di Ogm. L’approccio però è più o meno lo stesso: ideologico, più che scientifico. E rigorosamente basato sul profitto, più che sul benessere delle persone. Con la “rivoluzione verde”, gli Stati Uniti cercarono di contrastare l’influenza esercitata dall’Unione Sovietica sui movimenti di liberazione del terzo mondo. Oltre l’aspetto simbolico della contrapposizione alla “rivoluzione rossa”, questo slogan indicava infatti una politica volta a incrementare le rese della produzione agricola nei paesi del sud del mondo mediante l’impiego di fertilizzanti chimici. L’idea era interessante: sconfiggendo in questo modo la fame, si sarebbe anche sconfitta la tentazione di scelte rivoluzionarie. Del resto la fissazione dell’azoto permetteva, per la prima volta nella storia dell’umanità, di avere grandi quantità di concimi a basso costo, aprendo la prospettiva di entrare nell’era dell’abbondanza. I risultati non tardarono a venire: le rese del frumento passarono da 0,9 tonnellate per ettaro con le varietà tradizionali, a 4-4,5 nel 1954 e, addirittura, a 6 nel 1964; quelle del riso da 16 a 27 quintali per ettaro dal quinquennio ’61-’65 a quello ’88-’92. Secondo le statistiche della Fao, nel 1998 in Asia l’84% del frumento e il 74% del riso erano coltivati con tali varietà. Eppure, nonostante questa crescita straordinaria dei rendimenti agricoli, la fame…

Continua la lettura..

Labirinto Vegetale – TerraChiAma 2.0

Vi aspettiamo tutti Domani 26 luglio 2015 per il grande evento del Labirinto Vegetale! Ecco chi e cosa c’è nel labirinto! Magliette TERRACHIAMA – expo progetti labirinto ARTE VISIVA – Manuela Simoncelli, Monica Marangon RISTORO – anguriara, meonara e beveraggi LABORATORIO e ARCALUNA di Vittorio Riondato 3LABORATORIO pasta madre per bambini Nutrire Significa Educare RISTOPIZZA sorpresa – GAS delle Rogge Palingenesi (fotografia) – Fabio Zonta TAI CHI dalle 9.00 alle 10.00 – Giovanni LABORATORIO TAM TAM con Cefalo ARTE VISIVA – Andrea Bizzotto, Juri Bizzotto, Istituto d’arte Fanoli di Cittadella Adotta un terrazzamento (Valstagna) Equo e Solidale (gruppo Rosà) API – Giuseppe e Paolo LABORATORIO percorso sensoriale – Oasi S. Daniele LABORATORIO telaio – Silvia orto in bottiglia – Giulia orto sinergico – Cuore Verde e Agrincolti Coltivar Condividendo RISTORO – Sala del thè – Ostello don Cremona LABORATORIO argilla – Roberta LABORATORIO asinelli – Massimo campane tibetane – bagno di suoni – Elena e Gigi ARTE – Performance – Alberto Salvetti 1LABORATORIO ingioco – Denis, Devis e Valentina AULA MAGNA: YOGA – Peter MUSICA – Nadir (contrabbasso), Sofia (piano), Juri (violoncello) Granaio Club Incredible Machine PIC NIC in condivisione CARTA DELLA TERRA TerraChiAma incontra i Comuni vicini. MUSICA – Les Fleurs du mal Terabona TEATRO – «ciò che non può morire mai» – Claster MUSICA – Teda Tocar -Night…

Continua la lettura..

E’ nato il LABIRINTO! TerraChiAma Atto III

E’ nato! Il secondo atto si è concluso! La fase del progetto TerraChiAma 2.0 – IMMAGINA! – è stata completata con entusiasmo e passione dai numerosi amici che hanno concorso all’ideazione e realizzazione del grande labirinto che ospiterà la festa finale. Molti di Voi hanno con grande soddisfazione e divertimento, mandato idee, disegni, schizzi, progetti di quello che avrebbe poi dovuto essere tracciato sulla distesa di sudan grass che abbiamo seminato tre settimane fa. Le idee più disparate, con simbolismi e riferimenti al suolo vivente, alla pace, allo spirito di comunione e ospitalità che ci contraddistingue e ci lega, facendo pace con Lei, Madre Terra. La scelta non è stata facile, ma nemmeno casuale. Serviva un disegno che rendesse il significato che diamo a questo nostro progetto, occorreva che fosse tecnicamente realizzabile, per quanto complicato, e che alla fine, tracciato nel sudan grass che cresce a vista d’occhio, visto dall’alto fosse ben riconoscibile. Un grande GRAZIE a tutti coloro che hanno contribuito a questa gara di fantasia e immaginazione: la scelta è caduta sul disegno di Juri. Si tratta di un seme che esplode lasciando spazio all’energia del germoglio che si espande vigoroso. Ed un manipolo di eroici disegnatori ha realizzato il LABIRINTO! E’ nato, sotto la guida dell’autore del disegno e dell’architetto Gianpaolo, il tracciato che si snoda nella…

Continua la lettura..

1 2 3 4
Torna SU